viabizzuno

worldes

world

latualuce
prima edizione del premio Viabizzuno
ascolta, osserva, studia, lavora con genio e ingegno costruisci ogni giorno il tuo perché no. solo cosi potrai diventare un visionario e un vero rivoluzionario.

Viabizzuno coerente con la sua filosofia progettuale e di ricerca della luce giusta ha indetto il primo concorso internazionale per laureati che nell’anno solare 2018/2019 abbiano discusso con successo la tesi di laurea con protagonista la luce. la partecipazione era aperta a tutte le facoltà di qualsiasi indirizzo che esprimessero un pensiero e un progetto preciso e innovativo sul tema. al concorso sono arrivate 30 tesi internazionali tutte ritenute di grande livello progettuale a testimonianza di una crescita culturale e progettuale sulla luce.
ieri sabato 25 aprile duemilaventi il comitato progettuale Viabizzuno ha comunicato il vincitore della prima edizione del premio latualuce.

a pari merito i due vincitori:

germana lunghi, università politecnico di milano, con la tesi dal titolo blue, box and task light,

boris maas, design academy eindhoven, con la tesi dal titolo an ellipsis machine, a city light.

una menzione speciale è stata assegnata a: elena della bella, grazia fiore, ilaria cardinale, università politecnico di bari con la tesi dal titolo il design delle connessioni: tappe d’innovazione negli snodi e sistemi di movimentazione delle lampade da tavolo.

altre tre menzioni sono state assegnate ai seguenti candidati: clarissa concilio, aalborg university denmark, con la tesi dal titolo illuminazione intelligente permanente nei terzi luoghi: impatto sul comfort e sulla consapevolezza socio-ambientale delle persone

giacomo somazzi, accademia delle belle arti di praga, con la tesi dal titolo the cinematography of luca bigazzi: an analysis of his camera work and lighting style

ruxandra alina dascalu, university college london, con la tesi dal titolo daylight in hotels. a study across time and climates in europe

l’evento è stato introdotto dal pensiero progettuale Viabizzuno progettare voce del verbo amare, che crede nel rapporto trasversale tra azienda, giovani progettisti e maestri del design primo tra tutti l’architetto paolo rizzatto. l’innovazione della luce del futuro si costruisce solo attraverso la conoscenza, pensiero, metodo, esperienza e il sapere artigiano. la luce è l’unico elemento in grado di dialogare e poter lavorare con tutte le arti ed è a sua volta arte. arte radicata profondamente nella scienza che per giungere al sublime necessità di grande pensiero. ed è solo quando tutte le arti si incontrano che si raggiunge l’incanto e tutto diventa armonia. solo la conoscenza genera l’intuizione che ci porta al vero cambiamento, alla vera innovazione. solo cosi possiamo gettarci in avanti, iniziare il progetto e il mestiere del progettista che con passione,conoscenza, anima, ingegno e cuore arriva alla vocazione. la vocazione è avere per mestiere la propria passione.

Viabizzuno sta già organizzando la seconda edizione latualuce 2020 che raccoglierà tesi internazionali da tutto il mondo discusse nell’anno solare 2020 .

comunicheremo entro giugno tutti i dettagli. unabuonaluce mn

scroll

mouse

HTML 4.01 Valid CSS Page loaded in: 3.073 - Powered by Simplit CMS